ADVISORYconsulenza aziendale focalizzata sui principali fattori (driver) del cambiamento 

Advisor di riferimento per l’imprenditore, il board e il CFO

 

CHECK-UP AZIENDALE DI CONTINUITÀ E INDIVIDUAZIONE SISTEMI DI ALLERTA

Spesso l'impresa ancora prima di iniziare un processo di sviluppo o quantomeno di “cambiamento” in tutte le sue possibili modalità di attuazione e di dimensione, vi è la necessità di conoscere il vero stato dell’azienda, i suoi “numeri”, economici, finanziari, indici e margini, la sua organizzazione e il rapporto business/personale dipendente.

Per questo lo studio ha sviluppato un modello di analisi ispirato alle tecniche di Due Diligence, di Revisione Legale e di Valutazione di azienda declinato sulle realtà “minori”.

Il modello, prima di passare alla redazione di business plan o di individuare piani industriali e di finanziamento specifici deve rispondere a semplici ma “vitali” domande che l’imprenditore si pone:

  • La mia azienda ha i requisiti e le caratteristiche per poter continuare la sua attività?

  • Ha senso continuare?

  • L’impresa ha le capacità e le risorse per proseguire e magari per attuare qualche percorso di crescita e sviluppo?

  • L’impresa ha la credibilità e le caratteristiche per richiedere supporto finanziario esterno?

  • L’impresa e la sua organizzazione producono con efficienza, si genera margine?

  • L’impresa genera flussi di cassa?

  • L’azienda può e come può essere trasferita ai figli o alle generazioni future?

  • L’azienda con il suo brand, la sua storia, le sue tecnologie, le sue esperienze sia dell’imprenditore che del suo personale e collaboratori come può essere valorizzata e riposizionata nei nuovi contesti?

  • Quali sistemi di allerta pre-crisi posso attivare?

CHECK-UP DI START-UP E INIZIO ATTIVITÀ

L'impresa prima di iniziare un'attività imprenditoriale necessitano di informazioni ed assistenza per verificare la validità e la sostenibilità della propria business-idea.

Per questo lo studio ha sviluppato un modello di analisi ispirato alle tecniche di Business-planning e di strategia e programmazione aziendale, flessibile, adattabile e declinato sulle realtà “minori”.

Il modello, prima di passare all’apertura della partita iva e alla eventuale costituzione di società deve rispondere a semplici ma “vitali” domande che il potenziale imprenditore si pone:

  • La mia idea è realizzabile?

  • La mia idea richiede risorse finanziarie che posso disporre o richiedere al sistema finanziario?

  • I soggetti con i quali inizio l’attività (soci) saranno un vantaggio per l’azienda o potenziali disagi e litigi comprometteranno l’attività?

  • Quali strumenti posso attivare per proteggere l’impresa?

  • In quanto tempo l’azienda potrà generare flussi di cassa disponibili, a valle di imposte, rimborsi mutui e contributi previdenziali?

  • Nell’eventualità che accadesse l’imprevedibile e che si profilasse una situazione di pre-cresi quli sono le possibili exit-strategy ( vie di uscita)?

  • Quanto sto rischiando, in un analisi costi benefici, il livello di rischio è giudicato normale rischio di impresa o tendente all’azzardo?

  • Facebook - Bianco Circle
  • LinkedIn - Bianco Circle